#animali

Prepararsi all'inaspettato

Un tenero momento tra madre e piccolo

Prepararsi all'inaspettato

Durante un servizio nel parco Serengeti in Tanzania, stavo fotografando un gruppo di ippopotami congregati vicino a uno stagno formatosi dalle precipitazioni della stagione delle \"lunghe piogge\". C'erano letteralmente dozzine di ippopotami di tutte le età e dimensioni su una superficie grande quanto quasi metà di uno stadio di football. C'era ben poca acqua corrente in questa piscina naturale, ma gli ippopotami non sembravano preoccupati delle condizioni poco sanitarie.

Gli ippopotami possono essere molto territoriali e imprevedibili, quindi la mia prima priorità era di rimanere al sicuro. Trovai un posto sulla spiaggia che era protetto da un alto blocco di granito e la mia guida si mise a fare anche da sentinella e vedetta.

Dovevo coprire un'area molto vasta, per poter fare sia scatti panoramici di tutto il paesaggio fino alle rive più distanti, sia primi piani. Preparai 3 macchine fotografiche Nikon, una con un obiettivo da 200 – 400 mm f4, un'altra con un obiettivo da 24 – 70 mm f2.8 e l'ultima con un obiettivo da 70 – 200 mm f2.8. Il sole sarebbe tramontato mentre fotografavo quindi dovevo fare attenzione alla velocità ed apertura dell'otturatore oltre all'ISO, adattandole ai cambiamenti nelle condizioni di luce. Tengo sempre le macchine fotografiche accese in modalità di scatto continuo e preferisco fotografare in priorità tempi per assicurare delle immagini nitide. Tenevo l'obiettivo lungo su un treppiede piegato con una testa sferica, mentre stavo seduto sulle rocce per essere al livello degli occhi degli animali.

Mentre fotografavo i due ippopotami che masticavano proprio davanti a me, con la mia visione periferica notai un movimento sulla sponda alla mia sinistra.  Mi girai e vidi, con grande sorpresa, una mucca (ippopotamo femmina) fuori dall'acqua insieme al piccolo appena nato. Avvistamenti di questo tipo sono molto rari nel mondo naturale in quanto le madri ippopotamo sono estremamente protettive e non lasciano quasi mai che i piccoli escano dall'acqua.

Per catturare il momento, ho dovuto lasciar andare la macchina che avevo in mano e afferrare la seconda con l'obiettivo lungo, mettere a fuoco e scattare. Sono riuscito a scattare soltanto tre rapide sequenze di foto prima che la coppia scomparisse di nuovo nell'acqua torbida. L'attimo durò meno di 20 secondi. Ho scattato molte altre foto quel pomeriggio, pregando tutto il tempo di non aver perso questo scatto unico.

Quando ho finalmente potuto scaricare e salvare le immagini quella notte, non stavo nella pelle dall'eccitazione. Ero riuscito a riprendere un tenero momento tra madre e piccolo quel pomeriggio. Guardando con attenzione, notai che gli occhi e le orecchie del piccolo erano quasi delle stesse dimensioni della madre, eppure ci vorranno degli anni finché il piccolo raggiunga la taglia di un ippopotamo adulto.

Questi sono i momenti a cui aspiriamo come fotografi, una singola immagine in grado di esprimere tutta l'emozione, tutti i sentimenti che si provano in un certo momento, capace di far scattare un'ondata di ricordi. Sii pronto allora. Non vuoi perdere troppe occasioni speciali!

Consiglio da fotografo

Gli scout e i fotografi a servizio hanno una cosa in comune - essere sempre pronti!

Nei 44 anni in cui ho girato con la macchina in mano, ci sono centinaia di foto che avrei voluto scattare se solo fossi stato più svelto e preparato. Queste lezioni sono a volte difficili da accettare ma alla fine ti rendono un fotografo migliore.

Essere capace di anticipare quello che succederà ed avere l'attrezzatura giusta con te sono i primi passi essenziali per migliorare le tue probabilità di scattare la foto migliore della tua vita. Per i fotografi naturalisti, questo vuol dire capire i comportamenti degli animali e conoscere l'ambiente in cui li incontreranno durante un servizio. Fare ricerca su abitudini comportamentali come i rituali di nutrimento, accoppiamento, gioco e migrazione può fare la differenza tra uno scatto indimenticabile e uno mancato. In termini di attrezzatura, i cardini assoluti sono: gli obiettivi giusti su molteplici macchine, batterie cariche e un'abbondanza di schede di memoria. È una regola della natura che le migliori opportunità fotografiche capiteranno proprio quando le batterie sono scariche o la scheda di memoria è piena.




Pinterest Tumblr

Cesar Aristeiguieta

Cesar Aristeiguieta è un riconosciuto fotografo pubblicitario e di spedizioni che ama catturare la grandiosità delle persone e della natura
Leggi ancora

Quali momenti fortuiti sei riuscito a catturare con la tua macchina?



Condividi le tue storie Instagram

Usa la hashtag #sandiskstories per essere selezionato per questo sito.

Registrati per offerte speciali!

Ricevi offerte promozionali e suggerimenti fotografici da SanDisk.