#viaggi

Ricordi di un'estate in Alaska.

Cosa cambia di più col tempo: il posto o il viaggiatore?

Ricordi di un'estate in Alaska.

La scorsa estate mia moglie ed io volammo in Alaska per celebrare i suoi trent'anni e il nostro quarto anniversario di matrimonio. Per quanto importante il viaggio fosse per lei e per la nostra vita di coppia, per me aveva un significato ancora maggiore che non potevo descrivere a parole, ma non potevo smettere di pensarci.

Venti estati prima, la mia famiglia aveva visitato la stessa zona in Alaska A 12 anni avevo guardato le barche che andavano e venivano nella cittadina di Homer spit, avevo fatto rafting sulle rapide di III-IV grado del Nenana e ammirato la catena dell'Alaska, con la cima del Denali nascosta tra le nuvole. Due decenni dopo, in piedi nello stesso esatto posto, sulle stelle rapide, gli occhi fissati sulle stesse nuvole che oscuravano le cime della montagne, il territorio dell'Alaska continuava a farmi riflettere sulla relazione con lo spazio intorno a noi, su cosa vuol dire viaggiare, sulla memoria.

Ghiacciao Exit, Parco nazionale Kenai Fjords

Di ritorno in luoghi che la mia famiglia aveva visitato nel 1992; sembrava di entrare dentro una vecchia foto di viaggio sbiadita. Mi fermavo in continuazione per scrutare il panorama, comparandolo con le immagini che avevo già in testa. I depositi fluvio-glaciali alla base del ghiacciaio Exit mi erano molto familiari, sebbene il ghiacciaio si fosse ritratto per più di 30 metri dall'ultima volta che l'avevo visto.

Megattera nella baia di resurrezione

Il mio primo ricordo della crociera nella baia della resurrezione che avevo fatto 20 anni prima era una megattera che spuntava fuori dall'acqua accanto alla nostra barca. Durante il viaggio di ritorno con mia moglie, ne vedemmo un'altra che rompeva le acque del ghiacciaio dell'orso.

Autostrada Seward

L'Alaska, lo stato più grande di tutti, ha all'incirca lo stesso numero di autostrade del Vermont. Se stai guidando da qualche parte in Alaska, probabilmente sei sull'unica strada che ti ci può portare. L'autostrada Seward, che comprende le sezioni di autostrada 1 e 9, collega Anchorage e il piccolo porto di Seward, dove il fiume di resurrezione sfocia nella baia.

Volare

Il giorno del trentesimo compleanno di mia moglie, prendemmo un volo su un bimotore a 10 posti de Havilland Otter dall'aeroporto di Talkeetna al campo base di Denali. Durante il volo il pilota ci indicava le viste che passavamo e raccontava barzellette nelle nostre cuffie.

Susitna

Una delle prime viste che osservammo dall'aereo erano le sinuose lingue del fiume Susitna. Questo bacino fluviale mostra chiaramente i segni del proprio passato come del proprio presente.

Pista di atterraggio in montagna

L'atterraggio sul ghiaccio e sulla neve accumulata sulla pista di atterraggio del campo base fu sorprendentemente tranquillo. Una volta spenti i motori, piombammo immediatamente in questo altro mondo, bianco e silenzioso.

Pizza a domicilio

La compagnia aerea trasporta gli alpinisti e altri turisti al campo base e, a quanto pare, offre a ogni scalatore che riesce a raggiungere la vetta del Denali, a 6000 m di altezza, una pizza calda dal ristorante Mountain High Pizza Pie a Talkeetna. Il 30 maggio, il nostro volo servì allo stesso tempo da mezzo di trasporto per la consegna a domicilio delle pizze a una squadra di alpinisti coreani.

Monte Hunter

Volando bassi sopra la catena dell'Alaska, potevamo vedere una fitta serie dentellata di cime che si estendeva fino alla valle Susitna Valley finché, all'improvviso, ci trovammo a quattr'occhi con il golia, il monte Hunter. Adoro questo scatto perché esprime veramente l'imponente presenza di queste montagne.

Laghi Talkeetna

Di ritorno in bacco, nella zona alberata, partimmo per un'escursione nella natura intorno al Talkeetna Lakes Park insieme a Howard Carbone, il proprietario dell'agenzia Alaska Nature Guides. In questa foto, sta indicando un martin pescatore o una sterna artica che scivola sulle acque ghiacciate del lago principale.

Provviste

Talkeetna rappresenta un microcosmo di una moderna Alaska. I circa 900 residenti della città hanno tutti delle storie ed origini diverse, ma hanno una cosa in comune: l'esperienza di crearsi una vita nei boschi. Camminando per circa 100 m lungo Main Street, puoi trovare pane fresco agli spinaci servito in un trailer Airstream, un assaggio di birre artigianali del birrificio Denali e una scodella di piccanti dumpling himalaiani.

Ninilchik

In una terra di poche persone, c'è comunque una moltitudine di storie. Questa chiesa russa ortodossa a Ninilchik, che domina la baia di Cook all'estremità occidentale della penisola di Kenai, risale al 1901 e fu costruita dai coloni russi arrivati nella zona 50 anni prima. Sebbene l'autostrada Sterling offra un accesso facile a Ninilchik, il villaggio non sembra tenerne conto.

Baia di Tutka

Abbiamo passato i nostri ultimi giorni di vacanza in un rifugio di lusso accessibile soltanto in barca da Homer Spit, o altrimenti tramite idrovolante. Nel loro giorno libero le guide del rifugio, Andy and Krista, cercarono di scalare la catena montuosa visibile al di là dell'acqua. A metà strada verso la cima, furono costrette a tornare indietro dalla neve alta fino al ginocchio che copriva il sentiero.

L'altro lato

Quando Teresa ci ha portato fuori per un'escursione in kayak sul mare e sotto la pioggia, fummo scoperti da un paio di focene di porto. Ci nuotarono vicino per un po'; si immergevano rimanendo silenziose a intervalli di 30 secondi, interrompendo poi la quiete della pioggia con i loro spruzzi, e quei corpi pallidi che graffiavano l'acqua verde come in un ricordo di bambina.

La foresta di Twilight

La stagione di coltivazione accorciata, il crepuscolo prolungato... l'estate in Alaska può essere magica se ti ci tuffi dentro da visitatore. Vicino alla tenuta, i sentieri guidano attraverso gli abeti Sitka fino ai nidi delle aquile calve e le spiagge di sassolini neri.

Fauna

Durante la bassa marea, la costa vicino alla Tutka Bay Lodge si trasformava in uno zoo acquatico domestico. Andy in questa foto indica orgogliosamente una delle stelle marine girasole giganti che si trovavano tra le alghe vicini alla banchina.

Mezzanotte

Non siamo mai riusciti a stare in piedi tutta la notte per vedere se fa veramente notte in Alaska in giugno. Questa passeggiata notturna sulla spiaggia fu l'unica volta che ci arrivammo vicini.

Tutte le foto di Aya Padron




Pinterest Tumblr

Hal Amen

Ha vissuto in Sud Corea, in Bolivia e in Argentina. Attualmente risiede ad Austin, in Texas. È inoltre co-autore del testo Korean for Beginners e My First Book of Korean Words.
Leggi ancora

Qual'è il luogo di vacanza della tua infanzia che ti piacerebbe rivisitare?



Condividi le tue storie Instagram

Usa la hashtag #sandiskstories per essere selezionato per questo sito.

Registrati per offerte speciali!

Ricevi offerte promozionali e suggerimenti fotografici da SanDisk.