#viaggi

Magia in Scozia

Fredde luci per rivelare la bellezza della campagna scozzese

Magia in Scozia

Lo scorso gennaio ebbi l'occasione di visitare la Scozia per la prima volta. Sebbene un soggiorno in pieno inverno possa non sembrare molto invitante, il freddo e il grigiore dei giorni invernali riveste tutto di una luce fredda (se non addirittura frigida) che porta fuori la bellezza della campagna scozzese. A dispetto del tempo umido e della pioggia, mi fu facile capire perché così tante persone si sono innamorate di questo paese.

Partendo con un tour in autobus da Edimburgo, mi diressi a nord ovest verso la campagna scozzese. Lasciando il centro trafficato di Edimburgo e la vita della città alle spalle, mi ritrovai circondato da gorgoglianti ruscelli e inquietanti foreste.

In un B&B color pastello situato in un piccolo spiazzo nella foresta e famoso tanto per la sua cucina quanto per l'ospitalità, assaporai il mio pranzo caldo sullo sfondo del piccolo lago e la foresta circostante. Come compagno avevo soltanto un piccolo terrier e un piacevole fuoco che scoppiettava nell'angolo: tutto quello che mi ero sempre immaginato della Scozia.

Tra i vari assaggi di formaggi scozzesi e carni locali, il pasto durò alcune ore. Quando la pioggerella finalmente si arrestò, ci avventurammo fuori nella foresta alla ricerca di un gorgogliante ruscello. Il suono dell'acqua scrosciante e il muschio scuro e bagnato per terra sotto i nostri piedi erano rassicuranti. A sole poche ore dal traffico di Edimburgo, quest'avventura nella campagna era come uno shock per i miei sensi. Il tempo era rallentato a Monachyle Mhor e nei giorni a seguire sembrava passare sempre più lentamente.

Durante il tour della campagna, ci fermavamo spesso per ammirare le viste dai vari belvederi e punti panoramici. Affacciati su un qualche laghetto, i famosi loch, e nel mezzo della vallata era difficile non lasciarsi impressionare dalle viste e dai suoni della Scozia. Tutto era tranquillo qui e, data la ricezione telefonica limitata, passai il mio tempo a guardare fuori dal finestrino dell'autobus o a fare camminate mattutine. Non riuscivo a distogliere gli occhi dalla campagna. A distanza il mondo sembrava vasto e splendido. Da vicino, con il muschio bagnato sotto gli stivali e i laghi alluvionati che inondavano i sentieri alpini, il mondo sarebbe potuto sembrare tetro, ma potevo avvertire un qualcosa di magico nell'aria.

Normalmente non amo destinazioni di viaggio al freddo, ma il tempo grigio, bagnato e tetro della Scozia (lì usano la parola dreich) mi fermò sui miei passi. E non soltanto perché le acque atlantiche del Loch Fyne erano fuoriuscite allagando i dintorni durante la mia visita. Le tante sfumature di grigio e blu non facevano che mettere in evidenza gli altri colori della campagna scozzese: i kilt tartan, i prati sulle collinette verdi, le case dai toni pastello, l'ardesia nera e naturalmente il color ambrato del whisky. La Scozia non è certamente un luogo molto colorato ma non sono mai stato in un posto così originale.

*Slainte! *




Pinterest Tumblr

Adam Groffman

Adam Groffman è uno scrittore freelance e travel blogger che vive a Berlino
Leggi ancora

Dove preferisci viaggiare in inverno?



Condividi le tue storie Instagram

Usa la hashtag #sandiskstories per essere selezionato per questo sito.

Registrati per offerte speciali!

Ricevi offerte promozionali e suggerimenti fotografici da SanDisk.